Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Quando sostituire i cuscinetti delle ruote?

20.03.2017

I cuscinetti delle ruote sono dei piccoli anelli metallici che permettono al giunto di ruotale all’interno dei fuselli, consentendo di conseguenza ai semiassi di trasmettere il moto dello sterzo alle ruote.

Quando sostituire i cuscinetti delle ruote?
I cuscinetti delle ruote sono realizzati in maniera tale da essere sfruttati, in condizioni di normalità, per un chilometraggio complessivo di più di un milione di km. A determinare il preventivo danneggiamento di questi importanti componenti, però, sono generalmente delle cause esterne a generici problemi legati all’usura: nella maggior parte dei casi, infatti, il precoce deterioramento della parte è la conseguenza naturale di una lubrificazione inadeguata, eccessiva o carente che sia.
 
In casi meno frequenti, a causare la necessità di sostituire il cuscinetto contribuisce in maniera determinante l’eccessivo accumulo di sporcizia che, costringendo il componente a lavorare in maniera anomala e squilibrata, agevola la fuoriuscita del lubrificante. Sporadicamente, inoltre, problematiche di sorta dei cuscinetti delle ruote possono essere attribuibili ad un montaggio errato, ad un riscaldamento eccessivo del gruppo ruota, ad una regolazione imprecisa dei giochi o ad un serraggio eccessivo del manicotto conico. Insomma, nonostante le caratteristiche strutturali di estrema robustezza, l’usura intacca tali componenti in maniera piuttosto evidente.
 
In genere, un cuscinetto ruota da sostituire manifesta la sua difettosità mediante una rumorosità marcata, riscontrabile a tutte le andature e solitamente più intensa all’aumentare della velocità, che determina uno sgradevole rumore di rotolamento. A questi sintomi, può aggiungersi la comparsa di qualche vibrazione in più, solitamente riscontrabile nelle lamiere, o nelle parti in plastica, che delineano la sagoma dei parafango anteriori.  Di  solito, la presenza di uno o più cuscinetti da sostituire determina anche un progressivo calo della resa dinamica dell’autovettura; nella maggior parte dei casi, solo i cuscinetti danneggiatisi per errori di montaggio o per assenza di lubrificanti determinano un’inutilizzabilità immediata della vettura: di solito, al contrario, dal momento della comparsa dei primi sintomi a quello in cui si renda obbligatoria la sostituzione del componente, possono passare anche alcune centinaia di chilometri.
 

Conseguenze del danneggiamento e possibili situazioni di pericolo

Tra le conseguenze implicate dal danneggiamento di uno o più cuscinetti è possibile citare, in primis, una rilevante diminuzione del confort e della sicurezza di marcia. La presenza di cuscinetti danneggiati, inoltre, influenza in maniera evidente tutta la funzionalità  dell’intero gruppo ruota, determinando il rischio di potenziali rotture repentine di svariate componenti. 
 
Proprio per questo motivo, è opportuno far controllare la propria autovettura al proprio meccanico di fiducia sin dalla comparsa dei primi sintomi di malfunzionamento legati a tale componente. Avvalersi solo di personale competente, perfettamente in grado di mettere le mani sull’intero gruppo ruota di un veicolo rappresenta inoltre una garanzia più che utile a mettere al riparo voi stessi e gli altri automobilisti dai rischi implicati da un montaggio maldestro o impreciso di un cuscinetto delle ruote.
E’ fondamentale, in questo senso, pretendere inoltre dal proprio meccanico l’installazione di componenti di ricambio di alta qualità, in grado di assecondare alla perfezione le caratteristiche dinamiche proprie del vostro veicolo e di assicurare la massima sicurezza di marcia.
 
Mediamente la sostituzione dei cuscinetti deve avere luogo ogni 80/100.000 km.