Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

I cruscotti del futuro

17.10.2016

Sarà la connettività il concetto di base attorno al quale ruoterà lo sviluppo degli abitacoli che caratterizzeranno le automobili del futuro. L’evoluzione, iniziata già oggi con la comparsa di veri e propri tablet in grado di comandare, in touch o con comandi vocali, tutte le principali dotazioni di bordo di un’automobile continuerà proprio su questa strada, rendendo, di fatto, l’auto un vero e proprio ufficio mobile in cui guidatori e passeggeri potranno gestire comodamente e in tutta sicurezza un gran numero di funzioni, controllare la propria mail, intrattenersi mediante la visione filmati e foto e di navigare su internet.

I cruscotti del futuro
Oltre a tutto questo, possibile già attingendo alla lista degli  accessori di numerose autovetture, o semplicemente mediante l’acquisto di appositi dispositivi multimediali in commercio presso i rivenditori specializzati, il cruscotto del futuro vedrà lentamente, ma in maniera inesorabile, scomparire tutti i comandi fisici che oggi affollano il cockpit delle vetture, sostituendo alla classica interfaccia tattile una serie di videate in grado di assolvere più velocemente ed in maniera ancor più intuitiva alle medesime necessità. Proprio l’uso di un’interfaccia grafica in luogo dei classici pulsanti fisici, permetterà anche ai passeggeri di poter interagire in maniera più partecipe e diretta con le principali dotazioni di bordo e di accedere in maniera estremamente intuitiva anche ad informazioni fin qui solitamente riservate al solo guidatore. Un esempio? La nuovissima Ferrari GTC4 Lusso, ultima supercar della Casa di Maranello, sfoggia un inedito display orizzontale dedicato esclusivamente al passeggero anteriore, nel quale è possibile consultare le informazioni del navigatore o accedere ad una schermata che ripropone, in piccolo, la grafica del tachimetro e del contagiri.
 

Sempre più interazione

Si è dunque aperta una frontiera che abbatte le barriere, immaginarie in realtà, fin qui esistite all’interno dell’abitacolo di ogni automobile. La connettività con device quali smartphone, tablet e pc, funzionale alla condivisione di app sarà la chiave del futuro prossimo e si espanderà in maniera tangibile entro i  prossimi cinque anni, ottimizzando, di fatto, l’impiego di tali  dispositivi all’interno di un’automobile e rispondendo quindi ad un’esigenza sempre più diffusa. Alcuni dei più recenti modelli proposti sul mercato da Cadillac dispongono già oggi di un innovativo sistema ad induzione per la ricarica degli smartphone. Non solo: quasi tutte le auto attualmente in produzione sono dotate di apparecchi concepiti per interagire in maniera veloce ed efficace con device di ogni tipo per la riproduzione di tracce audio e video.
 

 
Perno focale attorno al quale si concentrerà lo sviluppo dell’auto, condizionando la progettazione degli interni, è anche l’ottimizzazione dei consumi: già oggi nei cruscotti di alcuni modelli sono presenti alcuni indicatori in grado di snocciolare dati istantanei relativi ai consumi e allo stile di guida e di fornire suggerimenti utili a contenere il dispendio di carburante. Nel tempo, soprattutto nel caso in cui si riuscisse ad accrescere la diffusione di autovetture ibride ed elettriche, indicatori di questo tipo potrebbero diffondersi e completarsi ulteriormente.  Il tutto senza dimenticare il progetto della guida autonoma, che potrebbe una volta di più rivoluzionare i cruscotti delle auto, rendendoli, di fatto, ancor più minimalisti.