Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Come trattare la pelle chiara dei rivestimenti interni di un’auto

16.08.2016

Siate sinceri: tra le cose che vi hanno fatto innamorare della vostra auto, i suoi interni chiari rivestiti in pelle hanno giocato e giocano tutt’oggi un ruolo fondamentale. Sedili e pannelli rivestiti in pelle, infatti, conferiscono all’abitacolo di un’automobile uno stile lussuoso ed elegante, in grado di esaltare la bellezza degli arredi interni e, talvolta, anche di accrescere il livello di confort della vettura.

Come trattare la pelle chiara dei rivestimenti interni di un’auto

Quando i rivestimenti in pelle dei sedili sono chiari, inoltre, la sensazione di ariosità e di luminosità dell’abitacolo risulta tangibilmente accresciuta, a tutto appannaggio degli occupanti di ognuno dei posti interni dell’auto. Ma la pelle, oltre ad essere particolarmente bella da vedere e gradevole da toccare è anche uno dei rivestimenti interni che richiede più manutenzione. Quando è chiara, inoltre, questa tende a sporcarsi con maggiore facilità e tutte le screpolature che, inevitabilmente, tendono a formarsi con l’usura sono generalmente più visibili proprio sulla pelle chiara.

Pur esistendo svariate le officine di professionisti in grado di trattare la pelle dei sedili più usurata in maniera tale da farla tornare a splendere come se fosse nuova, è sempre opportuno prevenire il naturale deterioramento dei rivestimenti dei sedili della propria vettura attraverso l’impiego di prodotti concepiti appositamente per questo scopo. Il mercato, infatti, offre una vasta gamma di soluzioni perfettamente in grado di rallentare l’invecchiamento della pelle e di nutrirla ed idratarla a sufficienza per evitare la formazione di crepe e di antiestetici strappi.

L’idratazione è la soluzione

Come la pelle umana, anche quella impiegata per foderare i sedili di qualsiasi automobile, necessita di essere idratata periodicamente per non danneggiarsi: qualora non si procedesse con trattamenti preventivi periodici, sarebbe sostanzialmente inevitabile la comparsa di piccole crepe, di spaccature, tagli e di scoloriture, soprattutto in tutti i punti più esposti all’usura, come il fianchetto sinistro dello schienale e della seduta della poltrona del guidatore. Se presente, inoltre, tende a rovinarsi con relativa facilità anche la pelle che riveste il bracciolo posizionato tra i due sedili anteriori e quella che copre il pannello dello sportello lato guida.

I prodotti idratanti in commercio sono studiati appositamente per il trattamento preventivo della pelle e conferiscono ai rivestimenti dei sedili una morbidezza ed una gradevolezza in grado di farli sembrare nuovi anche dopo anni di utilizzo: per stendere la crema sui sedili è consigliabile non avere fretta, ‘’massaggiare’’ i rivestimenti con morbidi movimenti circolari curandosi di fare in modo che ogni parte dei sedili possa assorbire tutto il prodotto fino in profondità. A trattamento ultimato, se il prodotto adoperato è di buona qualità, è possibile percepire chiaramente l’effetto benefico che questo ha assicurato all’abitacolo della vostra auto: dopo aver steso e fatto assorbire la crema, infatti, la pelle dei sedili tende ad ammorbidirsi notevolmente, a diventare liscia e vellutata al tatto e a perdere eventuali piccole screpolature precedentemente presenti.

Sottoporre i sedili della propria auto a trattamenti di questo genere almeno una volta al mese è sufficiente, anche dopo anni di utilizzo, a mantenere intatti i sedili della vettura.