Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Come potenziare la propria auto attraverso la modifica dell’impianto di scarico

08.08.2016

Quando si tratta di regalare un surplus di prestazioni alla propria autovettura, le possibilità di intervento sono numerose e tutte relativamente efficaci. Una delle aree comunemente prescelte per la modifica di un’automobile in chiave sportiva riguarda il sistema di scarico, apparato di organi fondamentale per garantire ad ogni vettura un surplus di potenza in grado di assicurare un maggior spunto al semaforo e qualche chilometro orario di velocità massima.

Come potenziare la propria auto attraverso la modifica dell’impianto di scarico
Inoltre, la sostituzione dell’impianto di scarico con uno aftermarket, ovviamente omologato per l’uso su strada, è un’operazione alla portata di qualsiasi meccanico, ma, sovente, anche degli appassionati più ‘’smanettoni’’. Naturalmente, nel caso in cui vogliate essere voi stessi a mettere le mani sulla vostra auto, raccomandiamo comunque di consultare un meccanico, una volta finito il lavoro, per effettuare una verifica della bontà dell’installazione.
 
La sostituzione dell’impianto di scarico con uno sportivo è in grado di assicurare ad una normale automobile dotata di un propulsore aspirato un aumento di potenza stimabile in una cifra compresa tra i 5 ed i 7 cv. Quest’iniezione di potenza è solitamente sufficiente a garantire all’automobilista una riserva di potenza sufficiente ad affrontare in maggior sicurezza ogni sorpasso, a guadagnare in prontezza ed elasticità e, contrariamente a quanto si è portati a credere, anche a diminuire i consumi: un’auto più potente, infatti, se opportunamente condotta, è in grado di viaggiare serenamente con le marce più alte, con evidenti ripercussioni positive sul consumo di carburante.
 

Quando e come è possibile ottenere un maggior aumento della potenza?

Tutti i motori turbocompressi sono generalmente più sensibili all’impiego di uno scarico sportivo: accoppiati ai propulsori sovralimentati, dunque, i sistemi di scarico aftermarket assicurano un surplus di potenza ancora maggiore di quello possibile mediante l’installazione di questi dispositivi su auto munite di più semplici motori sprovvisti di turbocompressore.
 
Per donare alla propria auto una ‘’cavalleria’’ più abbondante è raccomandabile l’impiego di tubi di scarico di dimensioni ridotte: marmitte aventi canali molto larghi, infatti, fanno decrescere la pressione d’uscita, smorzando  anche notevolmente la coppia e la potenza della vettura. Un sistema di scarico che sia libero sia in aspirazione che in fase di scarico, risulta invece ottimale per l’aumento delle performance.
Per evitare di incappare in problematiche di sorta legate alla circolazione su strada e al superamento dei limiti imposti per l’ottenimento del certificato di revisione, è opportuno scegliere per la propria auto solo componenti di scarico che siano in grado di soddisfare i requisiti di omologazione e di rumorosità imposti dalla legge. Tutti i dispositivi di questo genere concepiti per un impiego agonistico, e pertanto non opportunamente filtrati e silenziati, contravvengono, naturalmente al Codice della Strada e sono commercializzati per un uso da limitarsi esclusivamente all’ambito della pista.
 
Per gli incontentabili, è consigliabile abbinare alla sostituzione dell’impianto di scarico, anche quella dei filtri dell’aria con componenti dello stesso tipo concepiti per un impiego sportivo. Suggeriamo inoltre di far seguire all’elaborazione delle componenti meccaniche anche un adeguamento del sistema frenante, necessario a garantire spazi d’arresto ridotti anche viaggiando a velocità più sostenute rispetto a quelle offerte originariamente dall’auto sottoposta all’elaborazione.