Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Fari allo xeno e luci a led vantaggi e caratteristiche

28.04.2014

L’illuminazione prodotta dai fari dei veicoli è uno degli aspetti ai quali la storia dell’automobile ha da sempre legato il suo sviluppo, aumentando in maniera scrupolosa, di anno in anno, la portata del fascio di luce emanato dai dispositivi luminosi di cui sono dotate le vetture.

Fari allo xeno e luci a led vantaggi e caratteristiche
Le più recenti innovazioni tecnologiche applicate alla necessità di aumentare la visione notturna garantita attraverso l’illuminazione prodotta dai fari dei veicoli ha portato all’utilizzo di innovative tecnologie finalizzate ad accrescere la potenza e la chiarezza del loro fascio luminoso, contribuendo ad aumentare la sicurezza attiva e passiva di ogni automobile.
 

Un buon impianto di illuminazione rende più sicura la guida

Infatti, un buon impianto di illuminazione è fondamentale sia per la sicurezza attiva, in quanto, naturalmente, poter disporre di fari capaci di emettere una luce potente e chiara risulta molto utile in tutte le condizioni di scarsa visibilità, ma anche per la sicurezza passiva: infatti, l’utilizzo delle nuove tecnologie, come quella delle luci a led oggi applicate spesso ai fari di posizione e a quelli diurni, consente di rendere visibile con maggior anticipo rispetto al passato la sagoma di un veicolo, anche da lontano.
 
Il vantaggio che scaturisce dall’utilizzo della tecnologia a led oggi frequentemente impiegata tanto nelle luci diurne e in quelle di posizione, tanto nelle luci di svolta e in quelle di stop, rivela anche importanti risvolti pratici: le luci a led, infatti, offrono una durata  superiore a quella garantita da una tradizionale lampada alogena e, al contempo, richiedono un assorbimento di energia piuttosto basso che contribuisce a non sovraccaricare di lavoro la batteria del veicolo e di conseguenza l’alternatore. Inoltre, come già accennato, i diodi luminosi che compongono le lampade a led emettono una luce piuttosto chiara e brillante che risulta essere parecchio più efficace rispetto a quella prodotta dalle lampade di tipo tradizionale di cui è ancora dotato buona parte del parco auto attualmente circolante.
 
La tecnologia a led, inoltre, ha stimolato la fantasia dei designers automobilistici: infatti, i diodi luminosi delle luci a led non devono essere disposti necessariamente in linea retta, ma possono assumere un andamento variabile che consente di creare fari di forme molto più ardite rispetto al passato.   
 

I fari allo xeno

L’utilizzo del gas xeno è piuttosto diffuso per i proiettori abbaglianti e anabbaglianti, ai quali è richiesta una maggiore profondità e ampiezza di campo rispetto agli altri sistemi di illuminazione di cui è dotata un’automobile.
 
I fari allo xeno sono gestiti da una centralina ad essi dedicata che gestisce l’utilizzo di questo gas, che viene riscaldato ad una temperatura che si attesta solitamente intorno ai 6000 Kelvin. Con questo accorgimento è possibile ottenere un fascio luminoso chiaro che consente una visione notturna nitida ma che, al contempo, non ostacola la marcia degli altri automobilisti abbagliandoli.
Tutte le automobili possono disporre, di serie o come optionals, di illuminazione allo xeno. Ovviamente, tutti i fari allo xeno di cui sono dotate le vetture dalle loro Case produttrici rispettano determinati standard che li rendono conformi alle disposizioni del Codice della Strada. Tra queste, una delle più importanti è, come già accennato in precedenza, la necessità di non abbagliare gli altri veicoli con un fascio di luce troppo alto o eccessivamente chiaro.
 
Su tutte le automobili dotate di fari tradizionali possono comunque essere installati dei kit di fari allo xeno professionali anche dopo il loro acquisto; ovviamente, è raccomandabile l’acquisto di fari allo xeno di elevata qualità e omologati per l’utilizzo su strada, per evitare di compromettere la sicurezza di marcia o di incappare in multe e sanzioni.