Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Come trovare un buon meccanico?

17.03.2016

Con l’avvento delle ultime tecnologie, anche la gestione della manutenzione di un autoveicolo è diventata un affare piuttosto serio e delicato: affidarsi ad un meccanico improvvisato, o semplicemente al primo nel quale ci si imbatte in caso di necessità, può essere una scelta foriera di numerosi inconvenienti di carattere tecnico, pratico ed economico.

Come trovare un buon meccanico?
Per fortuna, sono molteplici gli ‘’aiutini’’ che possono giovare a qualsiasi automobilista per scegliere in maniera oculata il professionista al quale affidare il proprio automezzo: grazie ad internet, infatti, è oggi piuttosto facile scandagliare in maniera dettagliata la propria zona identificando tutti gli operatori del settore corrispondente al particolare intervento del quale necessitare una vettura. Il web, in aggiunta, oltre a fornire indicazioni utili riguardo all’indirizzo ed al contatto telefonico e mail delle officine presenti nel territorio selezionato, è spesso foriero di preziosissime recensioni in grado, a priori, di offrire al consumatore un quadro abbastanza definito e veritiero circa l’effettiva abilità del professionista al quale si pensa di affidare la manutenzione della propria auto. Parecchio importante, anche nell’epoca di internet, resta sempre e comunque anche il passaparola: chiedere ad amici e parenti suggerimenti utili, in base anche alle loro esperienze personali, può sempre essere un buon viatico per addivenire ad una buona scelta.
 
Nel caso in cui si volesse completare la propria indagine anche affidandosi ad altri elementi, sarebbe possibile tenere in considerazione almeno uno dei seguenti aspetti.

 

Cosa può aiutarci a scegliere un bravo meccanico?

Le officine in grado di offrire un servizio di qualità sono spesso insignite di particolari riconoscimenti assegnati agli operatori del settore da alcune organizzazioni del ramo meccanico: i migliori esperti, ad esempio, espongono all’interno della loro bottega la certificazione ASE, un attestato simile a quello che TripAdvisor assegna ai ristoratori migliori, ma riferito al mondo degli operatori tecnici legati al settore automobilistico.
 
Recarsi presso officine legate direttamente alla Casa produttrice del proprio veicolo è, di solito, un’ulteriore parziale garanzia di affidabilità: chi può, infatti, conoscere meglio una vettura se non gli stessi operatori tecnici dell’azienda che l’ha costruita? Di solito, i professionisti che lavorano all’interno di questi grandi centri sono sottoposti a continui corsi di aggiornamento e dispongono degli strumenti tecnici e meccanici più adeguati al trattamento delle vetture della Casa produttrice per la quale operano. 
 

 
Un altro indizio utile a valutare l’effettiva qualità del servizio offerto da un’officina meccanica si può evincere dando un’occhiata ai componenti utilizzati per la riparazione delle auto sottoposte alle cure dei meccanici che in essa lavorano: un’officina all’interno della quale si impiegano componenti originali o di qualità sovrapponibile a quella dei ricambi forniti come primo impianto da senza dubbio maggiori garanzie rispetto ad una nella quale si risparmia sulle componenti di ricambio.
 
Al fine di valutare con precisione l’operato del proprio meccanico, può essere utile, in sede di diagnosi, chiedere al professionista di mostrare agli occhi del cliente quale sia il punto esatto della vettura sulla quale occorre intervenire e richiedere informazioni e dettagli precisi sulla causa che si pone alla base di un’eventuale anomalia meccanica.