Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Cosa fare per mantenere vivido il colore della parti in gomma

01.06.2015

Tra i primi particolari capaci di rivelare con una discreta dose di precisione lo stato d’usura e l’età di una vettura figurano senza dubbio le parti in gomma, le quali, soprattutto in seguito ad una serie di esposizioni prolungate del mezzo all’azione diretta dei raggi del sole, cominciano a perdere la loro originaria tinta brillante e vivida divenendo opache e secche.

Cosa fare per mantenere vivido il colore della parti in gomma

Questo problema, che interessa soprattutto le auto che non vengono giornalmente riposte all’interno di un garage o sotto una tettoia, ma che riguarda da vicino anche i veicoli solitamente ricoverati all’interno di locali chiusi, comporta solitamente anche un progressivo seccarsi di tutte le componenti in gomma che fungono da guarnizioni o da elementi decorativi o protettivi dell’auto, vanificando i benefici originari garantiti da tali rifiniture.

Il primo rimedio utile a mantenere sempre vivo il colore delle parti in gomma, permettendo a queste ultime di non perdere le caratteristiche fisiche che permettono a questi componenti di svolgere con efficacia il loro compito, consiste nel sottoporre la vettura a frequenti lavaggi: portare all’autolavaggio il proprio veicolo con cadenza di almeno una volta al mese, infatti, permette di irrorare in maniera abbondante tutte le parti in gomma prevenendo dunque la secchezza che potrebbe alterarne la funzionalità.

Gli altri metodi 

Qualora si disponesse di una vettura anziana sulla quale gli effetti del tempo si sono già accaniti sulle parti in gomma ed in plastica, scolorendole in maniera vistosa e, di conseguenza, rovinando anche l’estetica dell’automobile, si può invece far uso di uno dei numerosi prodotti chimici specifici oggi disponibili in commercio.
 
Tra le svariate proposte del mercato c’è davvero l’imbarazzo della scelta! Esistono infatti sia prodotti universali che trattamenti specificamente rivolti ad un utilizzo esclusivo sulla gomma o, in alternativa, sulla plastica. Questi ultimi, che solitamente offrono caratteristiche e performance estremamente vicine a quelle tradizionalmente offerte dai prodotti concepiti per un utilizzo di tipo professionale, sono solitamente ben più costosi e richiedono una mano ferma ed esperta per poter essere sfruttati alla perfezione.
 
Nonostante la differenza di prezzo possa rendere particolarmente allettante l’idea di acquistare dei prodotti economici, è consigliabile spendere sempre qualche euro in più per assicurarsi la possibilità di disporre di trattamenti di alta qualità i cui effetti possano rendersi visibili nel tempo. La differenza principale tra i prodotti commercializzati dalle più famose ditte attive nel settore relativo alla produzione e vendita di articoli aftermarket per auto ed i loro competitors più economici consiste infatti principalmente non solo nella maggior efficacia nell’immediato, ma anche per la maggior durata dei trattamenti.
 
Come occuparsi dell’applicazione dei prodotti rinnova-gomma
Per applicare tali prodotti è consigliabile l’utilizzo di un panno o di una pezza chiara di medie dimensioni; dopo aver versato dal recipiente una piccola quantità del liquido rinnova-gomma sulla pezza, quindi, è possibile iniziare a stendere il prodotto sulle parti in gomma della propria vettura (come le guarnizioni dei vetri, le modanature laterali o i bumpers dei paraurti) avendo cura di distribuirlo in maniera uniforme su tutte le superfici sulle quali si intende applicare il trattamento