Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Sette errori più comuni nella manutenzione del veicolo

29.07.2014

Affinché il proprio veicolo sia efficiente e sicuro per un lungo periodo, una corretta manutenzione ad intervalli regolari è assolutamente fondamentale.

Sette errori più comuni nella manutenzione del veicolo
La manutenzione del veicolo, che non va mai trascurata, deve essere eseguita in tempo, ed anche in maniera molto accurata. I controlli periodici che effettuiamo riguardano motore, freni, olio, luci, filtri e batteria. Queste sono le componenti da tenere costantemente sotto controllo, quelle da revisionare prima che si presenti il guasto.
 
Solitamente è opportuno affidare questo tipo di attività a meccanici di fiducia, esperti del settore: in tal modo, potrete viaggiare a medio-lunga percorrenza in tutta tranquillità e sicurezza. 
 
 
Tuttavia, molto spesso capita di imbattersi in abitudini altamente scorrette, che non andrebbero mai sottovalutate. Ecco a seguire i sette errori più comuni nella manutenzione di un veicolo:
 
  • Ignorare la manutenzione di base: il cambio olio al motore, i filtri e la sostituzione delle pasticche dei freni sono tra le operazioni cardine da effettuare periodicamente tenendo conto delle indicazioni presenti sul libretto delle istruzioni del nostro veicolo. Le spese non sono eccessive, ma modiche. La loro prevenzione e l’eventuale cambio dei pezzi ormai logori scongiurerà il rischio di andare incontro a guasti peggiori (danni al motore o ai dischi dei freni, che comportano un costo nettamente più elevato). Molto importante è anche rinnovare il tagliando, malgrado non sia obbligatorio;
  • Ignorare le spie accese sul cruscotto: è molto importante non ignorare le spie luminose che si accendono sul cruscotto della nostra auto per segnalare a noi conducenti l’insorgenza di un piccolo danno che, se trascurato, potrebbe diventare un serio pericolo oltre a richiedere costi relativamente maggiori per la loro riparazione. Se non siete al corrente del significato di ciascuna spia accesa, consultate pure il libretto d’uso dell’auto; in casi estremi è bene chiamare il soccorso stradale per richiedere la dovuta assistenza;
  • Non controllare la pressione e lo stato di usura delle gomme: viaggiare con i pneumatici sgonfi oppure gonfiati in maniera scorretta comporta l’aumento di consumi e di usura delle stesse gomme. Nel caso in cui i pneumatici risultino usurati o messi a pressione erroneamente, la tenuta di strada sull’asfalto sarà meno sicura. È dunque opportuno fare molta attenzione, e non essere pigri nel far controllare le gomme periodicamente;
  • Sbrinare serrature, tergicristalli e parabrezza con acqua calda: applicare dell’acqua calda per disgelare e scongelare queste componenti è abbastanza pericoloso in quanto queste subiscono un vero e proprio “choc termico", con l'insorgere di seri danni alle zone interessate. Pertanto, si consiglia di utilizzare un apposito spray antigelo, che funziona all’istante;
  • Caricare in modo eccessivo l’auto e viaggiare con pesi superflui: la vettura diventa più pesante, comportando consumi maggiori;
  • Non controllare il motore: trascurare il motore per lunghi periodi può comportare danni anche “onerosi”, oltre al rischio di ritrovarsi in situazioni poco spiacevoli (restare bloccati in autostrada, per esempio);
  • Guidare sempre in riserva: le vetture moderne sono dotate di apposite pompe di carburante elettriche, che possono consumarsi in fretta in presenza di specifiche situazioni, come la mancanza di benzina. Se state viaggiando con meno di un quarto di carburante nel serbatoio, è buona regola effettuare un rifornimento al più presto possibile.
Sottovalutare questi piccoli errori di manutenzione può causare alla vostra auto  danni anche seri e decisamente costosi.