Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Consigli per rimuovere lo sporco dalla carrozzeria della propria auto

30.06.2014

La carrozzeria di un’auto è spesso soggetta a raccogliere tutto lo sporco presente nell’ambiente che circonda l’automobile. Anche un’auto che non viene usata in maniera particolarmente intensa e che resta per molti giorni in garage è sempre soggetta ad essere ricoperta da uno strato di polvere.

Consigli per rimuovere lo sporco dalla carrozzeria della propria auto

Infatti, la polvere che è presente in tutti gli ambienti tende a depositarsi su tutti gli oggetti che rimangono a lungo nella medesima posizione. Qualora un’automobile fosse impolverata è altamente sconsigliabile provvedere alla sua pulizia passando direttamente sulla carrozzeria impolverata un panno o una pelle di daino; infatti, i granelli di polvere potrebbero segnare la carrozzeria creando antiestetici graffi che risulterebbero particolarmente evidenti sulle auto in una tinta nera o scura. Di conseguenza, è opportuno lavare un’auto impolverata utilizzando una pelle di daino o un apposito panno solo dopo avere abbondantemente bagnato tutta la carrozzeria con un getto d’acqua.

Come lavare un’auto molto sporca

Quando lo sporco che ricopre un’auto si presenta in quantità massicce, magari accompagnato da macchie di fango e da incrostazioni di vario genere è consigliabile ricorrere ad un lavaggio più approfondito; nella fattispecie, è opportuno posizionare la propria auto al riparo dall’irradiazione diretta del sole ed utilizzare una pompa capace di eiettare ad alte pressioni il suo getto d’acqua.
In questo modo, infatti, sarà l’acqua a rimuovere lo sporco più superficialei che ricopre la carrozzeria dell’auto. Per lo sporco più ostinato e per le incrostazioni più resistenti, invece, è possibile utilizzare uno dei numerosi appositi prodotti oggi proposti sul mercato dalle ditte attive nel settore degli accessori per auto.
 
Successivamente, con una spugna per auto, sarà possibile insaponare la vettura in tutta la sua estensione, avendo cura di stendere il sapone attraverso un moto rotatorio del panno usato per il lavaggio. In seguito, sarà possibile effettuare il risciacquo della vettura, alla fine del quale occorrerà rifinire il tutto asciugando il mezzo con una pelle di daino.
 

Come rifinire il lavaggio

Alla fine del lavaggio è inoltre possibile completare il lavoro occupandosi di ripulire anche tutti i dettagli più piccoli e meno evidenti. In primis, ad esempio, è possibile utilizzare uno dei numerosi prodotti esistenti per rimuovere dal frontale della vettura i segni lasciati sulla carrozzeria dall’impatto ad alte velocità con moscerini ed insetti di vario tipo; infatti, quando si percorre un tratto di strada a velocità autostradale, l’investimento di piccoli insetti provoca dei piccoli segni sulla carrozzeria che è possibile rimuovere solo tramite appositi detergenti.
Un altro particolare da pulire con attenzione sono i cerchi, soprattutto quelli delle ruote anteriori, che tendono solitamente a sporcarsi di più rispetto a quelli posizionati sull’asse posteriore. A sporcare i cerchi non è solo il passaggio su terreni  accidentati o fangosi, ma anche la stessa polvere provocata in corrispondenza dei rallentamenti e delle fermate dal materiale d’attrito posto nell’impianto di frenatura del veicolo.
Anche in questo caso è possibile ricorrere all’uso di appositi prodotti grazie ai quali si può ripristinare lo stato di pulizia dei cerchi in lega di ogni vettura. 
Infine, specie sulle vetture sulle quali sono presenti paraurti e specchietti non verniciati, è opportuno stendere periodicamente una piccola quantità di liquido rinnova fascioni per contrastare lo scolorimento delle parti in plastica dovuto all’invecchiamento dell’auto.