Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Cosa significano i diversi colori del fumo che escono dal sistema di scarico dell'automobile?

26.01.2018

Vi siete mai chiesti che cosa si trovi dietro i colori differenti del fumo che esce dallo scarico dell’auto? Questi possono rappresentare problemi al motore o anche semplici necessità di interventi manutentivi di routine. Conoscere, però, il significato di questi colori può essere davvero importante per chi voglia tenere sempre sotto controllo la “salute” della propria auto.

Cosa significano i diversi colori del fumo che escono dal sistema di scarico dell'automobile?

I tipi di fumo e il loro colore

I colori del fumo di scarico possono variare molto ed essere indici più o meno preoccupanti di quella che è l’attività della vostra automobile o di un altro tipo di veicolo.
Il primo tipo di fumo è quello azzurro o blu, un colore davvero pericoloso. Infatti, in questo caso il colore indicherà il fatto per il quale la vostra auto starà bruciando olio. La causa che si può nascondere al di sotto di questo sintomo può essere riferita ai pistoni o ai cilindri del vostro motore.
 
Inoltre, sempre il fatto che il colore del vostro scarico sia blu potrebbe portare a conseguenze particolarmente negative per il motore, che potrebbe iniziare a funzionare male e potrebbe ridurre la pressione dell’olio. 
L’odore che in genere si accompagna a questo sintomo visivo è quello di bruciato, spesso di “biscotto bruciato”. Una delle soluzioni temporanee che potrete mettere in pratica sarà quella di aggiungere olio, evitando di farlo scendere al di sotto di un certo livello. 
 
Poi c’è il fumo di colore bianco, ancora più pericoloso rispetto a quello precedente. Infatti, il fumo di colore bianco denso indicherà che il vostro motore si starà occupando di bruciare il liquido raffreddante oppure quello della trasmissione. 
In alcuni casi il fumo bianco non è così pericoloso, soprattutto in inverno: infatti, spesso quando il motore parta da fermo e al freddo potrà produrre un fumo di colore molto più bianco e denso rispetto al normale. L’importante sarà controllare che il fenomeno non permanga anche dopo alcuni minuti di marcia.
 
L’odore che potrà essere prodotto sarà simile al precedente, soprattutto nel caso in cui si tratti di un problema alla trasmissione. In ogni caso, fate un controllo del vostro motore e anche del livello del liquido di raffreddamento. 

Il fumo di colore nero

Diversamente da quanto si potrebbe pensare, il fumo di colore nero non è così preoccupante come i due visti in precedenza. Anzi, spesso i vecchi diesel tenderanno a produrre un fumo di questo tipo. Ovviamente, nel caso in cui la vostra macchina sia nuova, o sia comunque un tipo di diesel di nuova generazione, il fumo nero dovrebbe comunque preoccuparvi. In particolare, un fumo nero costante indica una proporzione non corretta tra il carburante e l’aria presenti all’interno del serbatoio. Non ci sarà sufficiente aria per la combustione e il risultato, appunto, sarà questo tipo di fumo.
 
Il problema, nei motori più vecchi, potrebbe essere stato provocato dalla presenza di corpi estranei all’interno del serbatoio o del carburatore. In ogni caso, il consiglio sarà sempre quello di dare un’occhiata al motore e di fare delle prove. Infatti, qualora il problema si presenti solo all’avviamento non sarà così preoccupante come, invece, nel caso di una “fumata nera” continua anche durante il resto della marcia. Solo un meccanico vi saprà indicare che cosa fare per rimediare al problema, e anche se ne valga realmente la pena.