Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Come agire quando congelano gli ingressi per il carburante?

04.01.2018

Potreste non essere mai incappati in questa situazione, ma potrebbe succedervi di non riuscire a far partire la vostra auto, o di avere grosse difficoltà, a causa del congelamento degli ingressi per il carburante.

Come agire quando congelano gli ingressi per il carburante?
Infatti, ovviamente la benzina non è acqua, ma è comunque composta da essa per  una certa percentuale che, a bassissime temperature, può iniziare a ghiacciare provocando dei problemi rilevanti nell’avviamento e nel funzionamento del vostro motore.
 
Ecco, quindi, come comportarsi in tutti questi casi, senza farsi prendere dal panico!

Come intervenire nei casi di congelamento degli ingressi carburante

Per evitare danni più gravi al vostro motore, come prima cosa, cercate di portare la vostra auto in un posto che sia più caldo rispetto a quello nel quale si sia presentato il problema.
Un esempio classico è un garage riscaldato nel quale lasciare per qualche ora l’auto. Solo dopo un po’ potrete provare a riavviare il veicolo per capire se il problema si sia risolto.
 
Potreste anche provare a scaldare l’auto nel luogo in cui vi trovate, ma dovreste avere a disposizione una stufetta a gasolio piuttosto potente, elemento che, in molti casi, potrebbe non essere presente.
Ad ogni modo, qualora abbiate la possibilità di utilizzare una fonte di calore sicura, dovrete piazzare la fonte del calore sotto il cofano dell’auto, sempre cercando di fare questa operazione in modo sicuro. Il riscaldamento con questo sistema potrebbe prendere davvero molto tempo, e potrebbe anche essere meno efficace rispetto al garage, ma può risultare utile in situazioni di vera emergenza.

Le soluzioni pratiche al problema

Oltre al riscaldamento, che costituisce comunque una soluzione abbastanza ovvia ed immediata al problema del congelamento degli ingressi carburante, potrete sempre cercare di mettere in pratica delle soluzioni pratiche in grado di darvi una mano a velocizzare il procedimento di rimessa in moto del veicolo.
 
La prima consiste nel fare benzina. Infatti, come si è già accennato, non è la benzina a congelare, ma l’acqua. Per questo, aggiungere del carburante potrà aiutarvi a ridurre lo spazio vuoto entro il quale il ghiaccio potrebbe essere in grado di formarsi alla riduzione delle temperature. 
Un altro sistema consiste nell’inserire nel serbatoio del liquido antigelo apposito. In questo modo si ridurranno notevolmente le possibilità di formazione del ghiaccio e di malfunzionamento del motore.
 
Anche questa soluzione richiederà una certa pazienza, in quanto potrebbero volerci un paio d’ore prima che il gelo venga definitivamente sciolto. Potrete anche aiutare questa sostanza a “lavorare” meglio, soprattutto nel caso in cui la vostra macchina si possa mettere già in moto.
Potrete avviare il motore e scendere dall’auto: a questo punto cercate di spostare leggermente il peso della macchina a destra e a sinistra in modo da distribuire al meglio l’antigelo. 
 
Infine, qualora questo problema si sia già presentato, e tenda a ripresentarsi con una certa regolarità ad ogni stagione fredda, pensate di fare un piccolo investimento e di acquistare un riscaldatore per il vostro ingresso carburante, in modo che questo funzioni al meglio. Il denaro investito sarà sempre ripagato dalla maggiore tranquillità che avrete nel viaggiare durante i periodi più freddi. 
Mettendo in pratica le soluzioni di emergenza, e magari pensando alla possibilità di inserire un nuovo dispositivo all’interno della vostra auto, potrete passare indenni attraverso la stagione invernale, non temendo più di rimanere a piedi a causa delle basse temperature.