Siete già un nostro utente?
Login registrazione
Ordinazione telefonica
04 8198 00 25
Carrello
Il carrello è vuoto.

Quando è il momento di cambiare la cinghia di trasmissione?

07.12.2017

Comprendere la meccanica che regola il proprio motore può essere molto utile soprattutto per accorgersi subito di eventuali guasti in corso, come quelli che possono riguardare la cinghia di trasmissione. Questo pezzo, che in alcuni casi viene considerato non così importante, in realtà presiede a funzioni fondamentali del veicolo.

Quando è il momento di cambiare la cinghia di trasmissione?
Infatti, l’usura eccessiva della cinghia di trasmissione,  o addirittura la sua rottura, può determinare anche seri danni a carico della pompa dell’acqua e delle valvole, portando, infine, alla distruzione del motore nella sua totalità. Ecco perché bisognerà tenere sotto controllo la cinghia di trasmissione e capire quando sia il caso si cambiarla.

Che cos’è e a cosa serve la cinghia di trasmissione

La cinghia di trasmissione è quella componente del motore che si occupa di sincronizzare il funzionamento dell’albero motore con il relativo albero a camme. In alcuni casi, la cinghia può occuparsi anche del buon funzionamento della pompa dell’acqua che, ovviamente, si occupa di raffreddare correttamente il motore. 
 
Le cinghie sono molto resistenti, in quanto il loro materiale ha la capacità di sopportare la continua tensione e gli sbalzi di temperatura che riguardano il motore durante tutto il suo utilizzo. Ecco perché ha una vita così lunga. Tuttavia, nel momento in cui questa si dovesse lacerare potrebbe provocare dei danni rilevanti al motore che potrebbero andare dalla rottura delle valvole ai danni gravi ai pistoni, sino all’albero motore. 
Quindi, avere bene in mente quando sia il caso di cambiare la cinghia di trasmissione sarà essenziale così da evitare tutti questi spaventosi rischi per il proprio veicolo. 

Quando cambiare la cinghia di trasmissione?

A questo punto bisognerà capire quando sia il caso di cambiare la cinghia di trasmissione. Un tempo una cinghia di trasmissione che funzionasse male, e che ad esempio si fosse usurata o si stesse per lacerare, diventava rumorosa, soprattutto all’avvio del veicolo.
Questo era già un segnale che, seppur fastidioso, diventava molto utile per tutti i proprietari delle auto che riuscivano a capire che era arrivato il momento di cambiare la cinghia di trasmissione per la propria macchina.
 
Oggi, invece, le cinghie di trasmissione moderne possono non avere più questa caratteristica e non essere, quindi, in grado di “avvisare” i proprietari del loro malfunzionamento generale. Per questo motivo, bisognerà sempre affidarsi ad altri parametri.
In generale, sui libretti di uso e manutenzione delle automobili sono indicati alcuni elementi che possono far capire quando sia il caso di sostituire la cinghia di trasmissione. Questi possono essere espressi in chilometri oppure in anni di utilizzo e sono comunque coordinabili tra loro (infatti, potreste avere una macchina da poco tempo ma utilizzarla molto e viceversa).
 
Si può indicare come, a livello sempre generale, una cinghia di trasmissione possa durare circa per un chilometraggio compreso tra i 100 mila e i 180 mila chilometri e per un tempo che potrà andare dai 5 ai 6 anni totali. Tuttavia, nel caso in cui prima di raggiungere il tempo o i chilometri previsti la cinghia dovesse iniziare a fare rumore, allora potrebbe essere il caso di fare una puntatina dal proprio meccanico. 

Quanto costa sostituire la cinghia di trasmissione?

Anche qui non esistono parametri assoluti e, da caso a caso, potranno esserci delle variazioni. Tuttavia, in generale si può specificare come la sostituzione di una cinghia di trasmissione potrà costare tra i 450 e i 600 euro, con variazioni a seconda del modello di veicolo.